martedì 15 novembre 2011

Trento e i suoi narrative works

Queste ultime settimane sono state piuttosto cariche di impegni e grandi soddisfazioni. Venerdì scorso per esempio, sono stata a Trento per incontrare i ragazzi dell'Istituto delle Arti che stanno lavorando già da qualche mese su un progetto di scambio artistico-culturale con Kala Raksha, la fondazione che ho visitato lo scorso gennaio e di cui parlo qui.

Con la loro insegnante, Loretta, hanno lavorato sul tema della memoria, in particolare sui ricordi degli anziani della casa di riposo di Pèrgine (Tn) che hanno racontato loro, in una serie di incontri e di interviste, alcuni momenti importanti della loro gioventù, all'epoca della guerra.

L'obiettivo era costruire un ponte tra i ricordi della gente locale e i linguaggi narrativi tradizionali dei popoli del Kutch, che con Kala Raksha hanno potuto ricordare ed esprimere attraverso l'arte tessile le loro esperienze passate, la guerra indo-pakistana del '71 e il terremoto del 2001.

L'esito - nel caso delle donne artigiane del Kutch - sono una serie di strabilianti 'narrative works', ovvero dei pannelli illustrativi della vita e delle storie passate realizzati con la tecnica dell'apliqué, cioè stoffe ritagliate e cucite (e anche ricamate) su un arazzo, che raccontano il loro mondo.

Nel caso invece dei ragazzi di Trento, l'obiettivo è di dipingere con motivi iconografici e colori tradizionali del Kutch (tutti studiati con l'aiuto di testi specifici e approfonditi con uno scambio di informazioni con Kala Raksha) i ricordi in bianco e nero degli anziani di Pèrgine.

Obiettivo finale, una grande mostra in febbraio, in cui si esporranno sia i quadri dei ragazzi, sia alcuni narrative works venuti direttamente dal Kutch.
Accanto alla mostra, anche un altro mio intervento con Storie di Stoffa, la presentazione fatta in occasione di Internazionale Ferrara lo scorso ottobre, e forse anche una visita da parte di Judy Frater, la fondatrice di Kala Raksha in occasione dell'inaugurazione della mostra.

E' incredibile vedere come si possano trovare argomenti in comune e nuove forme di dialogo tra persone così apparentemente diverse e lontane... e questo grazie all'arte e all'India:-)

prove di colore
la prof. Loretta Viscuso al lavoro con i ragazzi

9 commenti:

Clara ha detto...

Ciao cara ma quante belle cose che fai! Il tuo libro nn è ancora arrivato in libreria a Ravenna, ho sollecitato l'ordine... ti farò sapere. Un bacione e buona giornata

Elisa Chiodarelli ha detto...

ciao carissima Clara, sì sono sempre di qua e di là e sono così soddisfatta di parlare di India ai bambini e ai ragazzi grandi, come in questo caso. Il libro dovrebbe arrivare presto, anche a Ferrara non c'è ancora in libreria. Speriamo... bacioni grandi!

Silvia Merialdo ha detto...

Che bel progetto, complimenti Elisa!
Viene voglia anche a me, che come doti artistiche sono assolutamente negata, di mettermi a fare qualche illustrazione tutta colorata con i motivi del kutch...
Bellissima l'idea di colorare il bianco e nero dei ricordi!

Elisa Chiodarelli ha detto...

@Silvia: sì anche a me vien voglia di dipingere! poi con tutti quei bei colori accostati così bene e l'originalità di raccontare con un alfabeto lontano le storie dei nostri nonni...
è davvero un progetto bello, che le insegnanti stanno portando avanti con tanto entusiasmo!
bacioni!

Clara ha detto...

@Elisa: è arrivato! Mi è arrivato un sms dalla libreria. Lo passo a prendere nei prossimi giorni. Baci!

Elisa Chiodarelli ha detto...

che bello! non vedo l'ora che tu lo veda! non mi sembra vero!!
baci :-)

aracne ha detto...

Un progetto molto creativo, che meraviglia per questi bambini poter incanalare la loro energia in questo modo.
Non conoscevo Kala Raksha, ho trovato il sito interessante. Come molti tuoi post, la voglia di tornare in india è stata solleticata...

Elisa Chiodarelli ha detto...

cara aracne, kala raksha fa un lavoro straordinario in un posto straordinario. Che ne dici se organizziamo un viaggetto per appassionate di tessuti l'anno prossimo?
bacioni!

aracne ha detto...

Oh, yes! Vado a fare la valigia...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...